Mia figlia non vuole portare gli occhiali – Testimonianza metodo bates

0
256

7 Dicembre 2009.

Sono una mamma di una bambina di 6 anni che da due anni circa portava gli occhiali

Dico portava perché grazie all’aiuto della Dott.ssa Laura Canepa mia figlia ora ci vede molto bene e non solo…
Tutto è iniziato l’estate scorsa …. mentre Maria ed io eravamo in bagno .

Mia figlia mi chiese perché doveva portare gli occhiali … io ho cercai di spiegarle le ragioni ma lei con una naturalezza incredibile che solo i bambini possono avere, mi rispose :
” Lo vedi quel puntino laggiù piccolo piccolo ? io lo vedo mamma …ma quello che non vedo è il mio papà !”

In effetti ho vissuto la tragedia di perdere mio marito quando ero al secondo mese di gravidanza …

Da quel giorno la mia bambina ha iniziato a non voler portare l’occhiale , faceva mille capricci , rifiutava di indossarli … io ovviamente insistevo perché così mi era stato detto di fare alla visita oculistica.

Un giorno un mio collega mi ha parlato del metodo Bates della dott.sa Canepa e mi ha fatto leggere una testimonianza che riguardava l’esperienza del suo bambino e di sua moglie e così, fine Luglio 2009 ho fissato l’appuntamento …

Fin dal nostro primo incontro ho capito che il non vedere non è solo un problema di miopia o astigmatismo che riguarda solo gli occhi ma coinvolgeva molti aspetti della nostra vita…
Riguardava come mi ponevo verso Maria e verso me stessa, la mia disciplina eccessiva , il voler essere perfetti per ottenere la perfezione non solo per me stessa ma anche per mia figlia..
Di questo primo incontro mi ha colpito particolarmente una frase di Laura che mi disse :
“quando arriviamo a casa …mettiamo abiti comodi , liberiamo i piedi dalle scarpe per metterci le pantofole e anche per i nostri occhi bisogna fare la stessa cosa quindi se possibile …appena si entra in casa …via le scarpe e via gli occhiali poiché siamo in ambiente sicuro, famigliare e protetto in cui tutto è facilmente riconoscibile”

Da quell’incontro ho cercato di trasmettere più sicurezza a Maria, mi sono divertita a fare insieme a lei gli esercizi attraverso i giochi che Laura ci insegnava , senza però imporre nulla e quella frase che mi aveva colpito particolarmente, ho iniziato a metterla in pratica anch’io .
Infatti appena arrivavo a casa la prima cosa che facevo era togliere gli occhiali ; devo ammettere che all’inizio è stato molto difficile ma ora posso dire che ne è valsa la pena …

Si perché a distanza di 4 mesi ecco qual è la situazione :
Maria ha ricuperato molto bene e come dicevo all’inizio non solo la vista , ma ha migliorato la sua sicurezza nell’affrontare qualcosa di nuovo , non ha più sempre paura di sbagliare … e infine ..
.. grazie a questo percorso che ho fatto insieme alla mia bambina anch’io ho ricuperato la mia vista. !

Devo perciò ringraziare Laura che con la sua professionalità , gentilezza, comprensione, disponibilità , umanità (qualità rare! ) è riuscita a farmi capire che nella vita nulla è impossibile e quel “cestino” vuoto e ora pieno di giochi, gesti, parole, amore me lo porterò per sempre con me per cercare di trasmetterlo sempre di più alla mia bambina !

Grazie Laura

Dati tecnici :
a luglio la bimba portava lenti astigmatiche c.s.:
OD +1.00 cyl OS +1.00cyl con cui vedeva solo 8/10
In naturale la bimba vedeva solo 6/10 per occhio
Oggi la bimba vede 10/10 in visione naturale ciascun occhio

La mamma a luglio portava OD -1.75 OS -0.75
Oggi la mamma vede in naturale
Occhio Destro 6/10 correggibile con -050 sph per vedere 10/10
Occhio sinistro la mamma vede 11/10 in naturale
La mamma ora porta l’occhiale solo per guidare perché ha l’obbligo di lenti che toglierà al prossimo rinnovo di patente