esperienze

0
270

Forse qualcuno sa che insegno  in una scuola  per insegnanti Bates e oggi voglio condividere con voi quanto mi ha scritto una mia cara allieva .
Pubblico integralmente  con il suo consenso,  quanto segue :

“””Sono arrivata a capire quanto sia importante il movimento. Perché durante le mie passeggiate alla fine mi  sono accorta che vedevo meglio le macchine delle case? Non è perché le case sono poco più lontante, ma perché queste sono ferme, immobili, e anche se io sono in movimento, non è ancora sufficiente! Allora ho provato, e scuotendo la testa da destra a sinistra, le vedo meglio! Sarà che così si muovono anche i muscoli, forse inconsciamente è anche un gesto per “scrollare le spalle”, fregarsene e rilassarsi…ma ciò porta esattamente al concetto del dondolio ampio o breve che sia! Chi ci vede già bene mica cammina per la strada ciondolando ai lati! Invece chi ha difficoltà visive deve assumere questa nuova metodica per stimolare il movimento! Che poi sia ampio o breve poco importa, l’importante è che si vada nuovamente a stimolare il movimento, bloccato nelle menti chissà da quali paure! E così poi si stimola anche la curiosità, la voglia di vedere meglio, stimolare i movimenti saccadici e anche il movimento apparente!e si porta inevitabilmente al rilassamento dei muscoli, se fatto correttamente, senza pensieri, e come ho imparato io, con una buona musica di sottofondo! Ora così, quando non ho più voglia di muovere io la testa, guiardo oggetti in movimento, e poi a volte chiudo gli occhi e me li immagino…e tutto risulta più visibile!
Ho notato inoltre che più luce, quindi sempre tanto sunning aiuta la visione; non solo perché i miei occhi imparano poco alla volta ad accoglierla senza fastidi, ma anche perché già i soli oggetti guardati riflettono più e meglio i colori!
Ovviamente…il tutto senza quelle grucce…come diceva Bates!!!”””””
CONDIVIDI
Articolo precedenteVista , luce e colore
Prossimo articololunga assenza