Occhiali da vista: istruzioni per l’uso !

0
295

Ebbene  si parliamo un po’ di occhiali…..a volte non se ne può proprio fare a meno ! Lo faccio oggi , dopo aver sperimentato attraverso i nostri Clienti, quanto male possa fare la cattiva informazione o semplicemente non conoscere l’uso di uno strumento così  banale come l’occhiale.
Ho detto “banale” , sarà davvero così ? vediamo : 
Nel mio centro vendo occhiali  e lenti a contatto da circa 30 anni, li conosco molto bene, so che possono restituire il sorriso ma anche spegnerlo….
Il sorriso si spegne se l’occhiale in uso anziché essere un supporto gentile, adeguato, leggero  e ben calibrato per sopperire a una insufficienza visiva, diventa uno strumento che favorisce il malessere e può provocare strani sintomi difficilmente spiegabili ….
Mi riferisco, ad esempio, all’occhiale in uso di moltissimi miopi  che lo utilizzano sempre per guardare sia lontano, dove ne hanno effettivamente bisogno, sia  per vicino dove ci vedrebbero  benissimo…..specialmente all’insorgere del disagio visivo
Cosa accade quando costringiamo una nostra funzione fisiologica  primaria a lavorare attraverso un ausilio non necessario per vicino ?
Ebbene succede che il nostro occhio, organo facente parte del cervello, porta una sollecitazione inutile al nostro sistema nervoso che si sente sempre sotto sforzo, o meglio doppio sforzo.

Il primo sforzo è tipico della miopia che si manifesta proprio in quanto l’occhio “osserva” il mondo attraverso lo sforzo …. e il secondo “sforzo” è proprio quello di sforzarsi di adeguarsi alla lente quando non è necessaria!

Per far comprendere quanto sopra uso una metafora molto,molto semplice: chiedo ai miopi che arrivano nel mio studio quale tipo di scarpe utilizzano quando vanno a fare una bella passeggiata nei boschi e loro mi rispondono che indossano degli scarponcini! ….Molto bene proseguo ….”e quando vai a ballare” usi gli stessi scarponcini o forse ti farebbero ballare male, ti farebbero stancare, senza parlare degli aspetti  buffi della situazione ….
Spesso sembra che una luce di comprensione si accenda nei loro occhi;comprensione di quel mal di testa frontale di cui nessuno riusciva a capire il perché , comprensione di quella dolenzia ai muscoli oculari , di cui nessuno si spiegava la ragione….
Nessuno si sognerebbe di portare il paltò quando il termometro segna i 30° e nessuno si metterebbe il costume per fare il pupazzo di neve in giardino…
E si potrebbe continuare…..
Quindi, come diceva il Dr. Bates, l’occhiale va portato per il tempo necessario anziché sempre ….e se la vita moderna ci richiede  prestazioni sempre al top e non ci si può permettere il lusso di stare senza occhiali….è bene informarsi bene poiché ci sono centri veramente specializzati per fornire l’ausilio migliore per ogni situazione….
Semplicemente l’occhiale deve essere dedicato a quanto si sta facendo!
Ancora due parole per l’uso delle lenti a contatto …..mi capita ancora di sentire di persone che usano le lenti a contatto davanti al Videoterminale parecchie ore al giorno !
Mi sembra impossibile !
La lente a contatto è uno stupendo ausilio visivo che migliora la performance, espande il campo visivo,  dona libertà dall’invadenza dell’occhiale ….molto bene
Le lenti oggi hanno un altissimo grado di tollerabilità, un alto grado di idratazione, sono fantastiche !
I nostri occhi , in ogni caso , quando stanno sbarrati davanti al PC, con una soglia di attenzione molto alta, si dimenticano  di ammiccare ovvero di battere le palpebre per chiedere liquido lacrimale …….quindi gli occhi si asciugano e la lente a contatto tende ad aderire troppo alla cornea.
Possono creare problemi anche molto gravi!

Quale la soluzione ? vediamo :
1) davanti al PC battere molto le palpebre
2) fare uso di lacrime artificiali più volte al giorno
3) evitare di utilizzare le lenti a contatto davanti al PC per più di due ore consecutive
4) fare palming per invitare i nostri occhi a “produrre” più lacrime
5) spostare lo sguardo dal monitor per guardare  lontano 
6) muovere lo sguardo  in ogni direzione favorendo lo “stretching” dei muscoli oculari 
E infine  sarebbe molto meglio  utilizzare occhiali “dedicati” alla distanza di lavoro anzichè le lenti a contatto davanti al PC 

Si potrebbe limitare infatti la situazione di occhi asciutti che si trasforma poi in “sindrome dell’occhio secco” dalla difficile terapia 
Ricordate quindi  che l’occhiale non è poi un ausilio così banale perchè , se male ultilizzato , può creare gravi probemi ! 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCasi recenti
Prossimo articolo“Visioni di saggezza”