L’esperienza con Ray Gottlieb per noi dell’Aiev a Roma

0
150

Ho avuto modo di conoscere Ray per la prima volta a Genova nel lontano 2005 in occasione del nostro Convegno Internazionale  organizzato dall’Aiev proprio nella mia città. 
Ci siamo rivisti l’anno scorso a Gazzada di Varese e finalmente, grazie a Maurizio Cagnoli, abbiamo fatto bn due giorni interi di lavoro con Ray  e con il trampolino per stimolare attenzione e memoria attraverso il ritmo del movimento. 
Ben volentieri condivido la traduzione di Maurizio di qualche tempo fa che è sempre più adeguata ai tempi…posso  affermare  che Ray era molto in anticipo sui tempi e l’intera educazione visiva ha questa caratteristica.
Oggi si sente molto più parlare di neuroscienze ……..e di tutte le possibilità riabilitative ceh possiamo praticare anche giocando
Buona lettura 

http://www.aiev.it/METODO%20DI%20RAY%20GOTTLIEB.pdf