Un cenno su alcuni casi trattati

0
115

E’ un pò di tempo che non vi racconto nulla circa i casi trattati con il mio Metodo che è un insieme di pratiche basate sul Metodo Bates arricchito da diverse tecniche energetiche e dalla conoscenza di tante altre discipline che di volta in volta ho studiato senza smettere mai di arricchire il mio bagaglio. 
Infatti nel mio metodo ci sono pratiche di Feldenkrais, di Brain Gymn, di bioenergetica, di Eft ,  di Quick Remap, Logosintesi , D.m.o.k.a.  e altre ancora. 
Tutte queste discipline mi danno strumenti  eccellenti per condurre i miei pazienti in un piacevole percorso alla scoperta delle loro capacità visive  dimenticate o addirittura  mai conosciute
E’ anche  importante comprendere come il mio  Metodo sia particolarmente efficace in tanti  casi in cui gli esiti della chirurgia oculare siano stati particolarmente faticosi o poco soddisfacenti. 
Accade così di seguire persone a volte  insoddisfatte e spesso spaventate dalla chirurgia che lentamente riprendono confidenza con i loro occhi e con la loro funzione visiva. 
Spesso alla base di questa  ripresa con evidenti miglioramenti della capacità di vedere meglio c’è molto rilassamento accompagnato dal movimento. 
Dolcemente li accompagno sul percorso della guarigione anche per lasciar andare la paura delle ricadute, spesso paventata dagli addetti ai lavori. 

Ora però volevo raccontarvi di alcuni casi come il seguente : 
Pochi giorni fa ho rivisto una mia paziente che ora ha superato la maturità e che venne da me nell’ormai lontano 2007 quando aveva 11 anni. 
La ragazzina arrivò da me con lenti molto spesse infatti portava la seguente correzione: 
Occhio destro +5.50psh +1.50cyl 
Occhio sinistro idem 
Il suo visus naturale era molto scarso infatti era di circa 5/10 in ciascun occhio 
Frequentò il mio studio da maggio a novembre regolarmente e raggiunse i 10/10 in occhio destro e 9/10 in occhio sinistro 
Ormai quei vecchi occhiali non servivano più perchè nel frattempo abbiamo diminuito il potere delle lenti fino a eliminarle del tutto !
Questo è accaduto tra il 2007 e il 2008 !
Poi i nostri incontri durarono saltuariamente fino al 2011 per aggiungere altre pratiche di mantenimento al successo raggiunto ! 
Poi cambiarono città e non la vidi più !
Pochi giorni fa mi ha telefonato per dirmi che sarebbe andata a studiare all’estero e voleva fare un controllo.  
La piccola ragazzina è diventata una bella ragazza in procinto di partire per l’avventura della vita nel mondo e ha voluto fare con me il controllo del visus e un’ora di Educazione Visiva. 
Il suo Visus oggi è sempre di 10/10 in entrambi gli occhi e vede benissimo anche per vicino. 
Abbiamo deciso le attività da portare avanti per continuare a rilassare il suo sistema accomodativo, abbiamo deciso di utilizzare un poco di più l’occhiale a foro stenopeico e ci siamo salutate con molto affetto. 
La rivedrò guando tornerà, forse l’anno prossimo !
Una bella soddisfazione ! 

Vi voglio parlare anche di un altro caso forse un pò più difficile e si tratta di una diplopia vecchia di circa 25 anni trattata con l’uso di occhiali prismatici. 
Tali occhiali,  che a volte son utilissimi e indispensabili , creavano al paziente molti problemi. 
Ebbene tra il mese di maggio di quest’anno e oggi,primi di Luglio, il paziente ha già eliminato quasi totalmente l’uso degli occhiali prismatici ed è stupefatto. 
Il mio approccio si è basato quasi esclusivamente sul movimento, una delle basi del Metodo Bates ma non solo ….


Bene , ora non ho altro tempo da dedicare al mio blog e vi devo lasciare . 
Alla prossima !



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here