Come funziona il Metodo Bates : recentissimi casi appena trattati

0
193
funzionamento metodo bates
Nel mio lavoro le gratificazioni sono quotidiane e sono talmente tante che non ho tempo di condividerle. In questi giorni ho qualche spicchio di tempi in più e riesco a farlo. 
Eccovi 2 casi molto chiari e molto diversi sia per l’età sia per la situazione refrattiva : 

Casi trattati : 

Una bimba che chiamerò Anna  ha 8 anni e viene accompagnata nel mio studio nel giugno 2016 
La Visione naturale è la seguente : 

Vede 2/10 con Occhio Destro 
Vede 3/10 con Occhio sinistro
 Necessita di queste lenti : 
OD -.1.25 sph -2.00cyl ax 170      Visus  7/10  non migliorabile con lenti 
OS  – 1.75sph -1.75cyl  ax 180n    Visus 7/10  non migliorabile con lenti 

 La situazione della motilità è : marcata exoforia OO

La bimba è molto tesa e la mamma anche 
La mamma ha subito chirurgia refrattiva  da giovane,prima con  la cheratotomia radiale seguita da trattamento laser  con residuo astigmatismo e aloni notturni che naturalmente non l’ hanno mai abbandonata 

Ho rivisto Anna una volta il 26 luglio prima che partisse per le vacanze e ho insegnato loro i primi giochi per gli occhi da fare  al mare: 

Coordinamento occhio mano  con la palla e l’ottotipo. 
Coordinamento  con marcia incrociata 
Coordinamento con frecce colorate  e saltarello 
Palming con  la mia traccia vocale 
Mandala da colorare in monoculare 

Ho rivisto Anna  il 9  settembre  e ho rilevato quanto segue : 

Motilità molto migliorata ma residua ancora un’insufficienza di convergenza 
OD Visus naturale 4/10  : capacità raddoppiata 
OS Visus naturale 5/10   :capacità più che  raddoppiata  
Il Visus naturale è raddoppiato 
Per andare a scuola abbiamo rilevato la necessità delle seguenti lenti : 
OD -1.50 sph -1.cyl ax 153    Visus 10/10 sc
OS – 1.50sph – 1.cyl ax 07     Visus  10/10 sc 

Le note importantissime sono le seguenti : 
Raddoppio del Visus naturale
Raggiungimento del Visus di 10/10 con lenti mentre si fermava a 7/10 con lenti in uso
Drastica diminuzione dell’astigmatismo 

La bimba è ancora presa dall’ansia da prestazione ma la soddisfazione e la consapevolezza di  vedere meglio è molto potente e motivante nel proseguire il cammino    



Un signore che  chiamerò Carlo  ha 59 anni  e viene nel mio studio fine agosto 2016 
Porta occhiali progressivi da 10 anni  che indossa felicemente  tutto il giorno. 
Questa estate invece accetta di farsi costruire  un occhiale  sportivo progressivo “avvolgente” 
Molto bello 
Con questo occhiale  è caduto nel bosco procurandosi  una frattura al braccio. 
Ha deciso di liberarsi degli occhiali 

Verifico la sua situazione e constato quanto segue : 
Vede 3/10 con Occhio destro  (Naturale) 
Vede 4/10 con Occhio sinistro (naturale) 
Per vicino non vede  quasi nulla 
Le lenti in uso sono in entrambi gli occhi  +1.00sph per lontano e + 3.50sph per vicino 
In realtà al momento della visita rilevo in OD la necessità di +1.50sph  e in OS + 1.25sph 
Sta peggiorando vistosamente 
La motilità è rigida e il punto prossimo di convergenza è + – – , quindi non converge. 
La visione binoculare è inibita 

Lo rivedo il 6 settembre  e mi dichiara di guidare già senza occhiali perchè dice : ci vedo benissimo 
Cerco di frenare e gli spiego che si tratta di un’imprudenza 
In effetti alla verifica  lo trovo molto migliorato  ma naturalmente c’è ancora  da fare. 

Le pratiche prescritte per questa prima settimana di lavoro sono state  le seguenti: 

Giochi palla alla tabella  con coordinamento occhio mano. 
Stretching lieve dei muscoli oculari 
Giochi di accomodazione vicino /lontano 
Palming 
Utilizzo dei Rasterbrille  per brevi periodi davanti al computer  e lettura del cartaceo . 

Ha utilizzato i vecchi progressivi solo per  pochissime situazioni in cui erano necessari per motivi di velocità e di praticità (non si possono fare riunioni con gli occhi dietro una plastica nera ) 

Le previsioni  del recupero si  sono molto  abbreviate 




LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here