Rasterbrille

Rasterbrille è il nome tedesco. Significa occhiali a reticolato. In inglese si chiamano Pinholes glasses, cioè occhiali con i fori, o stenopeici.
Fatto stà che si adattano a ogni tipo di problema visivo (miopia, presbiopia, astigmatismo, etc.) e permettono a chiunque una visione nitida. Favoriscono la mobilità dell’occhio e la centralizzazione (o fissazione centrale, secondo il termine usato da W. H. Bates)) cioè la precisa visione del dettaglio.
NON si può usarli per:
* leggere quando c’è poca luce.
* guidare in auto

Per chi sono utili?
* Presbiti. Per leggere e non stancare gli occhi con il computer.
* Astigmatici: Idem
* Strabici: insieme al blindfold (cioè la “benda da pirata”) per rafforzare l’occhio debole.
* Miopi. Con il computer o guardando la televisione. Con questi occhiali la televisione diventa una ginnastica benefica (davvero!)
* Per tutti come occhiali di transizione. Quando i vecchi occhiali diventano troppo forti.
* Per chi ha la cataratta: I Rasterbrille sono l’unico tipo di occhiali che permette di vedere più nitido!
* Per chi soffre di albinismo: I Rasterbrille riducono efficacemente il fascio luminoso. Meglio degli occhiali da sole.
* Per chi ha il cheratocono: I Rasterbrille sono l’unico tipo di occhiali che permette di vedere più nitido!

Controindicazioni?
* Non sono adatti alla guida e allo sport. Alcuni inoltre hanno bisogno di un po’ di tempo per abituarsi.

Altri vantaggi?
* Educano alla visione ben focalizzata e impediscono la fissità dello sguardo: questo si traduce in aumento della nitidezza.
* Possono sostituire gli occhiali di transizione (con lenti sottocorrette) durante il processo di rieducazione della vista.
* Possono occasionalmente sostituire gli occhiali da sole, specialmente per chi dovrebbe comunque portare una correzione..
* Costano poco .

Fonte: Buenavista